lunedì 22 settembre 2014

Landella, Miglio e Mongiello in corsa per la presidenza della Provincia

Partiti e consigli comunali scaldano i motori in vista delle elezioni provinciale del prossimo 12 ottobre, le prime che non si svolgeranno a suffragio universale. Grandi elettori del presidente e del consiglio provinciale saranno infatti i consiglieri dei 61 comuni della Capitanata che sceglieranno tra i tre candidati alla presidenza e i candidati al consiglio che hanno presentato 6 liste.
Le relative candidature sono state presentate questa mattina (termine ultimo le ore 12,00) all’Ufficio Elettorale della Provincia. Per carica di Presidente sono in corsa Franco Landella, sindaco di Foggia, centrodestra ; Francesco Miglio, sindaco di San Severo, centrosinistra; Paolo Mongiello, capogruppo del centrodestra nell'ultimo consiglio comunale.
Sono invece sei le liste dei candidati alla carica di Consigliere Provinciale. Quattro che discendono direttamente da partiti, due di ispirazione civica: Capitanata Civica (Ciuffreda Domenico; Cusmai Rosario; D’Errico Giuseppe; Del Vecchio Giosuè; Di Maria Antonio; Di Trani Franco; Marotta Vicenzo; Ratclif Luigi; Rossi Giuseppe; Titta Cosimo; Tutolo Antonio; Vallese Carlo; Uniti per la Capitanata (Campese Giovanni; Cusenza Gaetano; Di Felice Vincenzo; Pellegrino Pasquale; Sementino Michele; Tavaglione Nicola E.; Torelli Anna Maria; Sciagura Marcello); Unione di Centro (Bocola Maria Anna; Iaccarino Leonardo; Miglionico Giuseppe; Rendina Michele; Spagnolo Raffaele; Spagnoli Pasquale); Nuovo Centro Destra (Bonfitto Antonio M.; Cotugno Angelo; De Feo Matteo; Dell’Erba Paolo S.; De Luca Leonardo; Matarante Alfredo C.; Palmieri Antonio; Palumbo Pasquale; Prudenza Domenico; Reddavide Luca; Venditti Massimo; Zelano Giovanni); Forza Italia (Camporese Marco; Casarella Gianvito; Del Priore Antonio; Gatta Nicola; Gualano Piero P.; Latorre Francesco Paolo; Netti Nicola; Nobile Ersilia; Petroianni Maria A. G.; Tarantino Gerardo; Ursitti Raimondo; Valerio Fabio); Partito Democratico (Calvio Maria R.; Capozzo Antonietta; Cassitti Saverio; Costa Michelina; Danaro Savino; De Mutiis Antonietta; Di Pumpo Emilio; Giurato Luigi; La Torre Francesco; Rignanese Generoso; Russo Pasquale; Soccio Paolo).

Difficile formulare una previsione su come andranno le cose. A complicare ogni possibile pronostico c'è il meccanismo del voto ponderato, che privilegia i consiglieri comunali elettori dei grandi centri della Capitanata, e penalizza quelli dei comuni più piccoli. I diversi consigli comunali sono stati raggruppati in sei fasce ponderali. Nella più alta c'è solo il capoluogo, in quella iommediatamente inferiore gli altri comuni della cosiddetta  Pentapoli (Manfredonia, San Severo,  Cerignole e Lucera) via via tutto il resto. Tanto per dire come funziona il meccanismo, il voto di un consigliere comunale di Foggia vale più del doppio di un voto espresso da un consigliere comunale delle altre città della seconda fascia, e sono Cerignola, Manfredonia, San Severo e Lucera) e più di ventisei volte quello dei consiglieri dei piccoli comuni.
Il consiglio provinciale sarà composto da 12 membri. Il voto alla lista non è agganciato a quello per il presidente, e può essere espressa sulla scheda una preferenza.
Qualche utile indicazione sui favori della competizione viene offerta dal numero dei consiglieri provinciali che hanno sottoscritto le candidature di quanti aspirano alla presidenza. Il centrodestra non è riuscito a far convergere i consensi su un solo candidato. La candidatura di Landella è stata sottoscritta da 177 consiglieri comunali (di cui 15 della città capoluogo, e perciò grandi elettori). Miglio è stato presentato con le firme di 161 consiglieri comunali, Mongiello con 122 firme. Sarà in ogni caso una competizione incerta.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...