mercoledì 27 gennaio 2016

Eisenstaedt a Rignano Garganico


Sfogliare un archivio gigantesco com’è quello delle fotografie realizzate per Life da Alfred Eisenstaedt, il grande fotografo di origine tedesca di cui ho già parlato in una precedente lettera meridiana, è sicuramente faticoso, ma gratificante. Si viene ripagati dalla bellezza delle sua foto parlanti, e da inattese scoperte.
Tenetevi forte. Gli scatti di Eisenstaedt in provincia di Foggia furono assai di più di quelli restituiti dalla ricerca su Google Cultural Institute, che ospita il prestigioso archivio fotografico del settimanale statunitense. Abbiate pazienza, cari amici e lettori di Lettere Meridiane, ve li mostrerò tutti, nel volgere di qualche giorno.
Cominciamo oggi dalla scoperta più sorprendente e inattesa di tutte, che riguarda il comune pugliese più fotografato da Eisenstaedt, che non è Polignano a mare, così come sembra stando ai dati restituiti dal motore di ricerca. Ma Rignano Garganico. Quasi certamente.
Io direi proprio di sì, ma vi chiedo di venirmi in soccorso e di pronunciarvi anche voi. Il fatto è che Google Cultural Institute cataloga gli scatti realizzati da Alfred Eisenstaedt a Rignano, come Rignano sull’Arno e non, come mi sembra di poter ritenere con sufficiente ragionevolezza, Rignano Garganico.
La foto che illustra il post, bellissima, mi pare che lasci pochi dubbi: la Rignano che vi viene mostrata è proprio, ed incontrovertibilmente, il “balcone delle Puglie”. In primo piano, sotto il placido bovino ritratto dal grande fotografo, c'è il Tavoliere. Lo scatto è replicato in un’altra fotografia, senza l’animale. Se volete prendervi la briga di cercare sul web qualche immagine di Rignano sull'Arno, vi accorgete dell'enorme differenza paesaggistica tra l'una e l'altra Rignano: quella toscana, verde e umbratile, quella pugliese  rocciosa e assolta, com'è tipico dei paesaggi garganici.

Mi sembrano architetture tipicamente garganiche, più che toscane, quelle che Eisenstaedt fotografa nel centro abitato di Rignano, sicché mi pare debole anche l’ipotesi che il Nostro abbia fotografato sia a Rignano Garganico che a Rignano sull’Arno.
Di seguito i link per accedere alle fotografie custodite nell’archivio di Goggle. Vi ricordo che possono essere visionate ad alta risoluzione ed anche scaricate, pur per uso personale, e non commerciale.
Cliccando sui collegamenti sottostanti accedete alle immagini indicate. E state in campana, perché nei prossimi giorni vi proporrà altre fotografie scattate da Alfred Eisenstaedt in provincia di Foggia.
  1. Accesso rapido alle 10 fotografie taggate Rignano
  2. Valle sottostante la città di Rignano, in cima;
  3. Ragazzo di Rignano (Bimbo di 6 anni che indossa solo un paio di calzoncini rattoppati e strappati)
  4. Toro sul campo nella valle ai piedi della città di Rignano, in cima (foto che illustra il post)
  5. Rignano. Centro storico. Scena di strada in quartiere residenziale.
  6. Rignano. Centro storico. Donna che trasporta vassoio di pasta sul capo, attraverso la strada della cittadina collinare.
  7. Un gruppo di ragazzi
  8. Bambino e asino in piedi in strada davanti alla casa  
  9. Scene di strada nella cittadina collinare.
  10. Donne del posto fuori casa, nella cittadina collinare
  11. Ragazzo tredicenne che fuma un mozzicone di sigaretta.

5 commenti :

Anonimo ha detto...

Sono un fotoamatore di Rignano Garganico, posso cofermare, sulla base della riconducibilita' a luoghi conosciuti, che le foto riferite ai collegamenti sovrastanti, sono state tutte scattate nel territorio e nel centro storico di Rignano Garganico(FG). Grazie per l'attenzione, un saluto, Antonio Gaggiano.

Anonimo ha detto...

Sono una cittadina di rignano garganico e le foto sono senza dubbio scattate a rignano garganico saluti

Anonimo ha detto...

Questa è la bellezza della poesia, la sua forza, quando attraverso una fotografia si ricostruisce il ricordo, l'emozione segnata dal passaggio del tempo.

Anonimo ha detto...

Caro Geppe, le foto riguardano proprio il borgo antico di Rignano Garganico ( e non Rignano sull'Arno del Presidente Renzi, come erroneamente riferito da qualche altra fonte. Lo stesso, di età millenaria, si mantiene ancor oggi ben "conservato e solido". Non per niente, similmente a Matera, si presta al Presepe Vivente, giunto alla sua XVIII edizione. Al tempo degli scatti del famoso fotografo io avevo 6 anni. Ho già identificato alcuni soggetti, tra i quali il ragazzo di otto anni ( e non di sei), la donna sotto l'arcata,ecc.). Mi prometto tra qualche giorno di fare un articolo al riguardo più completo e preciso. Mandami quello tuo precedente sul fotografo. Su Rignano antico ho scritto il v. "Rignano Garganico tra pietre e segni della storia", 1 e. e 2e. Grazie e saluti cari! Adv

Anonimo ha detto...

Sono anch'io rignanese ormai fuori sede e conscevo anch'io Alfred Eisenstaedt per la celebre foto del "bacio" a Times Square, popolarissima in tutto il mondo...mai avrei creduto che avesse immortalato il mio paesello. Complimenti per questa ricerca (Alessio)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...