mercoledì 5 ottobre 2016

Cinemadessai | Emilio Salgari raccontato a Taranto

OGGI
Film atipico, sperimentale, rigoroso, Carmela, salvata dai filibustieri svela i tratti di una Puglia diversa e lontana da quella scintillante e patinata tramandata da tanta parte dell’odierna cinematografia.
La città vecchia di Taranto, il suo dialetto aspro e arcaico sono rispettivamente la location e il linguaggio con cui Giovanni Davide Maderna e Mauro Santini raccontano, riattualizzandola, la storia di Jolanda, la figlia del corsaro nero di Emilio Salgari.
Mimmo e Sussò, due pescatori sono alla ricerca di Carmela. Convinti da un personaggio che si chiama Morgana, cominciano a perdersi in discorsi su vecchie prigionie. Interpretato da Mimmo Boccuni, Sussò Boccuni e Carmela Lupoli, il film è uscito nel 2012, senza trovare particolare attenzione nel normale circuito distributivo. Viene proposto da Rai Movie, stanotte, alle 3.35.
DOMANI
“Basta con i sentimenti, voglio fare un film fisiologico”. La dichiarazione programmatica di Marco Ferreri trova puntuale corrispondenza ne La grande abbuffata (1973). Film eccessivo sotto tutti gli aspetti, sgradevole e sgradito, fu fatto a pezzi dalla critica e dalla censura, ma ebbe un insperato successo di botteghino. La storia è grottesca: quattro amici decidono di suicidarsi mangiando fino a scoppiare. L’allegoria è chiara ed evidente: la civiltà dei consumi e dell’eccesso va incontro inevitabilmente all’autodistruzione. L’unica possibile salvezza è rappresentata dal genere femminile, legato alla vita per missione biologica.
Magnifici gli interpreti: Ugo Tognazzi, Michel Piccoli, Marcello Mastroianni, Philippe Noiret, Andrea Ferreol. Comunque da vedere, soprattutto per i giovani che non hanno vissuto gli anni Settanta. Iris lo mette in onda nella notte tra giovedì e venerdì, alle 2.50.
[Cinemadessai è una nuova rubrica di Lettere Meridiane: consigli quotidiani per godere al meglio della programmazione cinematografica in tv. Le Lettere Meridiane dedicate a Cinema per sempre non vengono distribuite sul consueto circuito di gruppi Facebook ma soltanto sul blog, sulla pagina Facebook di Lettere Meridiane, sulla Pagina del Festival del Cinema Indipendente di Foggia, sul diario facebook dell’autore, Geppe Inserra, e sul gruppo Amici e Lettori di Lettere Meridiane. Per non perderne neanche una, diventate fans delle pagine e iscrivetevi ai gruppo, cliccando sui relativi collegamenti.]

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...